PASSWORD RESET

Tradizione nell'accoglienza

Sighignola Balcone d’Italia luogo del cuore del FAI a Lanzo Intelvi

3.73K 0

Sighignola

La Sighignola  Balcone d’Italia  è una vetta a 1320mt sita nel Comune di Lanzo d’Intelvi,  sul confine italo-svizzero nelle Prealpi Luganesi. Da poco insignita dal FAI come Luogo del cuore, la Sighignola offre un meraviglioso panorama sul Ceresio o lago di Lugano  sulla città di Lugano e sullo sfondo le Alpi, visibilissimo il Monte Rosa e si intravede anche il Cervino. Nelle giornate limpide ecco anche il Lago Maggiore e qualcuno dice che si riesca anche a vedere la Madonnina sopra il Duomo di Milano!

La storia del Balcone d’Italia risale al lontano 1913, quando Luigi Bertarelli, fondatore del Touring Club Italiano, si avventurò alla ricerca di un panorama sito in un luogo ameno e verdeggiante da offrire agli appassionati di natura e montagna del Club. Fu così che in breve tempo, con il contributo del TCI e di persone benestanti vicino ad esso, si costruì una strada di circa 6 km percorribile da moto ed auto che dal paese di Lanzo Intelvi portava alla vetta Sighignola, dove si aprì anche una piccola baita di ristoro.

Negli anni 70 si iniziò un progetto che prevedeva la costruzione di una funivia che portava al sottostante Campione d’Italia, ma non si attuò e rimasero solo gli antiestetici  piloni di cemento che sono stati rimossi soltanto nel 2013 . Questo è stato possibile  grazie al’interessamento di Lega Ambiente e ad un sodalizio italo svizzero che ha dato di nuovo lustro alla Sighignola  con la sistemazione del piazzale e la creazione di un nuovo punto di osservazione posto in territorio svizzero. Tutto questo è avvenuto giusto in tempo per festeggiare anche il centenario della strada che porta alla vetta.

Che dire di più, le parole non sono sufficienti per descrivere la bellezza del luogo, dovete vedere con i vostri occhi e  soprattutto col vostro cuore!  E quando avrete ammirato il panorama fate due passi sul sentiero che porta alla piccola cappella costruita dagli Alpini in mezzo al bosco per godere ancora meglio della pace di questo “Luogo del Cuore”.